Dai campi elettromagnetici nascono tumori

Il Poliambulatorio dell'Istituto RamazziniDa una ricerca scientifica dell’Istituto Ramazzini di Bologna, pubblicata sulla rivista specializzata International Journal of Radiation Biology, giungono importanti conferme sul rapporto fra alcuni tumori e l’esposizione ai campi elettromagnetici: alcune categorie di lavoratori risultano maggiormente sottoposte a questo rischio tumorale, ad esempio i macchinisti di elettrotreni.

Dopo una serie di esperimenti su un campione significativo di ratti, è apparso evidente che il campo magnetico della corrente elettrica a 50hz promuove l’insorgenza di tumori maligni e leucemia.

Qualche mese fa un gruppo di epidemiologi di Barcellona aveva già dimostrato un aumento significativo dell’insorgenza di tumori al cervello in lavoratori esposti ad agenti chimici e campi magnetici a bassissima frequenza. Ora, lo studio del Ramazzini conferma lo stesso effetto tumorale in ratti esposti a radiazioni gamma e attorno al valore Cm-50Hz della corrente elettrica.

Sottoposti ad una singola dose di radiazioni ionizzanti gamma e a Cm-50Hz per tutta la loro vita (dal periodo prenatale fino alla morte naturale), i roditori in questione hanno sviluppato un significativo aumento dell’incidenza di tre tipi di tumore: il cancro mammario, la leucemia e un raro tumore del cuore chiamato Schwannoma maligno. Lo studio è stato condotto su 650 ratti esposti e 1.001 ratti di controllo.

«Con questo studio abbiamo confermato le osservazioni epidemiologiche effettuate da autori americani negli anni ‘80-’90 riguardanti l’aumento significativo del rischio di linfomi e leucemie e tumori della mammella in lavoratori esposti a campo elettromagnetico», ha affermato il dottor Morando Soffritti, direttore del progetto di ricerca. Che completa: «L’eccesso significativo di un tumore così raro come il cancro mammario nei ratti maschi è molto importante, in quanto potrebbe contribuire a ritenere plausibile anche nell’uomo il legame tra cancro mammario ed esposizione a campi elettromagnetici in alcune categorie di lavoratori (ad esempio i macchinisti di elettrotreni) a tutt’oggi non riconosciuto».

Scrivi un commento

Puoi usare questi tags:

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

[obbligatorio per gli utenti non registrati]


Vai alle statistiche del sito