Greg Lake al Teatro Manzoni

Greg LakeA quindici anni dall’ultima apparizione nel nostro paese, torna in Italia un icona del progressive rock, un genere sviluppatosi negli anni ’70 che pur utilizzando gli strumenti classici del rock richiamava musica classica e jazz, e si può quindi considerare come una sorta di ‘evoluzione colta’ dell’originario rock’n’roll.

Greg ritorna in Italia per presentare il suo progetto “Songs of a lifetime”, uno spettacolo in cui ripercorre i brani più significativi della sua carriera tra King Crimson e Emerson Lake and Palmer, raccontandosi al pubblico in veste di solista.

Dopo Piacenza e Roma, domenica 2 dicembre alle 21.00 sarà il Teatro Auditorium Manzoni di Bologna a ospitare la terza delle sei date del tour italiano.

Nato a Bournemouth il 10 dicembre 1947, dopo aver militato con gruppi underground come Shame, Shy Limbs e Gods, debutta nel 1969 con i King Crimson di ‘In the Court of the Crimson King’. Lake suona il basso elettrico, canta e compone, contribuendo non poco alla riuscita di questo disco che è considerato il capostipite del movimento rock progressivo.

Musicista dotato di una voce angelica di straordinarie estensioni e potenza, chitarrista (specie acustico) virtuoso, bassista innovatore e compositore di singolare talento, front-man carismatico, diviene l’anima principale della prima incarnazione dei King Crimson. Lake compie con loro una tournée statunitense ed inizia a contribuire al loro secondo album, ma prima che questo sia terminato, se ne va per unirsi a Keith Emerson e Carl Palmer e dare vita al progetto ambizioso e avanguardistico di Emerson Lake and Palmer.

Il loro esordio avviene al festival dell’isola di Wight ed è subito chiaro che ELP è uno dei migliori supergruppi del rock. Il trio, nel quale canta e suona basso elettrico e chitarre, è tra i protagonisti del Rock internazionale degli anni ’70: durante il decennio Greg collabora anche con Pete Sinfield, fonda l’etichetta Manticore, dopo lo scioglimento del gruppo lancia la propria carriera solista. È un’avventura longeva e di grande successo, tra collaborazioni importanti (da Bob Dylan a Ringo Starr) e reunion con Emerson e Palmer, come quella del 2010 a Londra.

Nel 2005 Greg Lake torna dal vivo con la sua band e ancora oggi è attivo on stage, con tanta voglia di raccontarsi. L’11 aprile 2012 ha inaugurato da Quebec City questo lungo tour, il cui nome per esteso è “Songs of a Lifetime: an intimate evening with Greg Lake”, che finalmente arriva in Italia dopo un fitto calendario tra Nord America e Inghilterra.

È un’operazione che Greg affronta da solo, con la sua voce, le sue chitarre e una lunga storia da raccontare al pubblico: è proprio lo spirito di condivisione ad animare ogni concerto, che egli sviluppa narrando i propri trionfi, ma anche le prime esperienze e i miti di gioventù.

Lo stesso Greg ha dichiarato: “l’idea di una performance intima e autobiografica è una grossa sfida, è qualcosa di talmente stimolante che il solo pensarci mi emoziona: ho voglia di creare uno show diverso ogni notte, memorabile e unico, inatteso e d’impatto. Un evento intimo e imprevedibile insieme al pubblico”.

E pur con qualche chilo e qualche anno in più sulle spalle, resta immutata la magia che riesce a creare con una voce ancora affascinante e le sue consuete armonie: gustiamocene un assaggio, in questo video-collage di alcune precedenti apparizioni dal vivo durante il tour.

Immagine anteprima YouTube

Prevendita online su VivaTicket o presso la Biglietteria del Teatro Auditorium Manzoni – Via de’ Monari 1/2 dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.30 (il 2 dicembre dalle 15.00 alle 21.00)

Scrivi un commento

Puoi usare questi tags:

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

[obbligatorio per gli utenti non registrati]


Vai alle statistiche del sito